«Guardare il mondo con altri occhi»

Percorsi didattici attorno al cinema di Antonioni
Per dar seguito alle positive esperienze didattiche che, a partire dal 2010, hanno accompagnato l'attività espositiva di Palazzo dei Diamanti, la Fondazione Ferrara Arte propone un progetto dedicato alla mostra Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti, organizzato in collaborazione con Eni, partner unico dell'iniziativa.

Il progetto didattico «Guardare il mondo con altri occhi» intende offrire alle scuole, alle famiglie e agli adulti un'occasione per scoprire o mettere a fuoco l'opera del grande cineasta ferrarese che è stato uno dei protagonisti della modernità cinematografica ma che ha anche instaurato un profondo dialogo con altri linguaggi artistici a partire dalla pittura. Per sottolineare la fecondità di questo confronto tra diversi mezzi espressivi, il progetto presenta un programma di iniziative di taglio interdisciplinare, per lo più centrate su metodologie che favoriscono il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei fruitori.

Grazie alla cooperazione con diverse istituzioni e associazioni e al contributo di esperti di varie discipline, viene presentata un'ampia gamma di proposte, volte ad offrire chiavi di lettura differenziate che possano coinvolgere larghi segmenti di pubblico: dalla sperimentazione di percorsi per le scuole primarie e secondarie all’attuazione di un progetto "peer to peer" scuola-università, dal libro illustrato agli strumenti di didattica digitale, dagli incontri a teatro con artisti e autori fino alle conferenze.

Il programma prevede cinque proposte principali:

Progetti pilota e visite alla mostra per le scuole e le famiglie
L’immaginario lirico di questo “pittore dello schermo”, protagonista della mostra a Palazzo dei Diamanti, offre lo spunto per una serie di proposte per le scuole e per bambini e genitori incentrate sui linguaggi che hanno rappresentato il campo di indagine privilegiato del maestro ferrarese.
La collaborazione con il Laboratorio delle Arti - Istituzione dei Servizi educativi, scolastici e per le famiglie del Comune di Ferrara ha portato alla realizzazione di percorsi a cura di Isabella Guidi e Lucia Boni che si rivolgono tanto agli insegnanti di ogni ordine e grado, cui sono destinati appuntamenti di formazione, quanto a quattro classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado che verranno coinvolte in due progetti pilota, Omaggio fotografico a Michelangelo Antonioni e Intese e attese di un bambino in un mondo adulto. Il lavoro sviluppato nel corso di vari incontri porterà i ragazzi a svelare alcuni aspetti della poetica del regista, permettendo loro di sperimentare, attraverso il mezzo fotografico e l’animazione teatrale, modalità originali e stimolanti di osservare la realtà o comunicare le proprie emozioni.

È inoltre attivo un servizio di visite animate alla mostra a cura di "Senza titolo" Associazione culturale che condurrà le classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado e le famiglie in un’esperienza sulle varie componenti che concorrono a creare l’alfabeto cinematografico, da proseguire a scuola e a casa.

Progetti sperimentali scuola-università
Grazie alla collaborazione con l’Università di Ferrara, prosegue la sperimentazione di modalità di apprendimento “peer to peer” finalizzate a coinvolgere le giovani generazioni favorendo la partecipazione attiva ai processi formativi e la comunicazione tra coetanei. Quest’anno gli studenti del corso di Storia e fenomenologia del cinema, che il prof. Alberto Boschi ha dedicato ad Antonioni, saranno i protagonisti di un percorso formativo rivolto a due classi delle scuole secondarie ferraresi, il Liceo Classico Ariosto e il Liceo Scientifico Roiti.
L’Università di Ferrara è stata anche coinvolta da Eni in un innovativo progetto di didattica digitale, attuato già con successo in occasione della mostra Boldini, Previati e De Pisis. Due secoli di grande arte a Ferrara. Grazie al “Learning object” sviluppato da Eni a partire dai contenuti della rassegna, studenti ed esperti collaboreranno alla creazione di un modulo di apprendimento multimediali. Tale strumento, disponibile sul sito eniscuola.net a partire dalla fine di aprile, avrà una diffusione nazionale e permetterà ai ragazzi di tutta Italia di accostarsi ad uno dei grandi nomi che hanno segnato i destini del cinema, attraverso modalità di comunicazione adeguate e stimolanti.

Ciak, il Cinema!
La Fondazione Ferrara Arte pubblica, con il sostegno di Eni, un racconto per bambini scritto dal celebre autore Luigi Dal Cin e illustrato da Klaas Verplancke e Pieter Van Eenoge, disegnatori di fama internazionale. Il personaggio principale è Michelangelo bambino che corre durante tutta la vicenda, evocando l’idea del cinema come immagine in movimento, per raggiungere la meta delle sue aspirazioni, diventare un regista. La suggestione del testo e il brillante commento delle illustrazioni propongono un doppio livello di lettura: il primo è rivolto al lettore bambino che viene condotto da Michelangelo alla scoperta dei segreti dello sguardo e di alcuni dispositivi visivi utilizzati dal linguaggio cinematografico, mentre il secondo offre al lettore adulto allusioni a temi, atmosfere e ambientazioni ricorrenti nei film di Antonioni.

Appuntamenti a teatro e al cinema per le scuole
Per ribadire l’intramontabile attualità e la forza poetica e visiva dell’opera di Antonioni la Fondazione Ferrara Arte, in collaborazione con il Teatro Comunale di Ferrara, Arci Ferrara e l’Università di Ferrara, ha coinvolto artisti, autori ed esperti in un programma di appuntamenti mirati a diverse fasce di pubblico scolastico e finalizzati a integrare la visita alla mostra.
- La compagnia Kinkaleri, tra i raggruppamenti italiani più interessanti e originali nel panorama delle arti performative, presenterà alla Sala Estense Antonioni, nell’ambito del progetto Teatro Ragazzi curato dal Teatro Comunale: la performance-spettacolo è un viaggio visivo e sonoro nell’universo creativo del maestro ferrarese, ideato e sviluppato in occasione della mostra con l’obiettivo di stimolare l’interesse e il coinvolgimento del pubblico delle scuole secondarie.
- Al triennio della scuola secondaria di II grado è riservato Cronaca di un'avventura: viaggio nel cinema di Michelangelo Antonioni, un incontro condotto da uno studioso di storia del cinema italiano, Francesco Di Chiara, che collabora con la cattedra di Storia e fenomenologia del cinema dell’Università di Ferrara.
- Infine, Luigi Dal Cin incontrerà le scuole primarie, alla Sala Boldini e alla Sala Estense, per raccontare con la sua trascinante vivacità e simpatia il libro Ciak, il Cinema!

L'orizzonte di Antonioni. Ciclo di conferenze
Il ricchissimo repertorio di opere, documenti e testi messi a confronto nella rassegna e l’autorevole raccolta di contributi pubblicati nel catalogo della mostra offriranno ai visitatori materia per affascinanti scoperte e potranno sollecitare curiosità e riflessioni. Per rispondere ad alcune di esse e stimolarne di ulteriori la Fondazione Ferrara Arte, le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, il Teatro Comunale di Ferrara e l’Università di Ferrara organizzano un ciclo di conferenze condotte da esperti che metteranno a fuoco, da punti di vista diversi, la personalità di Michelangelo Antonioni: dalle sue matrici biografiche e poetiche legate alla nativa Ferrara, alla maturazione di un linguaggio cinematografico assolutamente originale che ha segnato la storia del cinema del secondo Novecento e oltre; dallo scambio intenso e fecondo che Antonioni ha avuto con le arti visive, traendo ispirazione da esse e influenzandole a sua volta, alla sua sensibilità musicale che ha aperto la strada a importanti occasioni di sperimentazione.

Grazie al prezioso sostegno di Eni il progetto è gratuito.


Informazioni
Informazioni e Prenotazioni Mostre e Musei, tel. 0532 244949
diamanti@comune.fe.it






PALAZZO DEI DIAMANTI
Corso Ercole I d’Este 21, 44121 Ferrara
tel +39 0532 244949