Boldini a Parigi

Boldini a Parigi
Ritratto di un pittore attraverso le lettere

a cura di Barbara Guidi

 

Un’immersione nella Parigi tra Otto e Novecento attraverso le lettere che Giovanni Boldini scambia con artisti, letterati, musicisti, collezionisti e nobili del tempo, da Giuseppe Verdi a Edgar Degas, da Claude Monet a Sergej Diaghilev, da Robert de Montesquiou a Luisa Casati.
Pubblicate per la prima volta nella loro interezza e commentate in nota, le carte del Museo Giovanni Boldini, integrate da autografi del pittore conservati in altri archivi americani e europei, permettono di ripercorrere la lunga stagione creativa di uno dei più celebri artisti della Belle Epoque, dal suo arrivo a Parigi, all’affermazione come ritrattista di fama internazionale, fino agli ultimi anni in cui l’anziano maestro consegna ai corrispondenti la nostalgia dei suoi ricordi.
Appuntamenti, accordi per sedute di posa, commissioni per la realizzazione di celebri ritratti, inviti a esporre o a partecipare a importanti comitati e giurie, pianificazioni di viaggi di lavoro nelle grandi capitali come Londra e New York consentono di tracciare lo scenario di un’epoca di grande fascino facendo emergere il ritratto, sfaccettato e complesso, di un artista che fu protagonista indiscusso del panorama culturale della fin de siècle.

 

Fondazione Ferrara Arte Editore


794 pagine
48 tavole fuori testo a colori

Prezzo di copertina Euro 35

PALAZZO DEI DIAMANTI
Corso Ercole I d’Este 21, 44121 Ferrara
tel +39 0532 244949

login