Stati d'animo

Arte e psiche tra Previati e Boccioni

3 marzo – 10 giugno 2018
Stati d'animo
 

All’alba della modernità, quando la scienza e la cultura mettevano a nudo i più oscuri recessi della psiche, alcuni artisti sperimentarono linguaggi visivi nuovi, capaci di schiudere i regni del sogno e dell’immaginazione e dare voce all’universo degli stati d’animo. 

La mostra in programma nella primavera 2018 a Palazzo dei Diamanti esplora quelle tendenze artistiche visionarie e utopistiche, che, tra Otto e Novecento, cercarono un equivalente visivo agli stati psicologici, ponendo lo spettatore al centro del quadro. Ne sono protagonisti, con i loro capolavori, alcuni tra i maggiori interpreti della scena italiana, tra divisionismo, simbolismo e futurismo, come Giovanni Segantini, Gaetano Previati, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Medardo Rosso, Giacomo Balla, Giorgio de Chirico, Umberto Boccioni, Carlo Carrà. Alcune tra le loro creazioni più innovative dialogheranno con opere di grandi esponenti del simbolismo europeo e con testimonianze del dibattito scientifico e culturale, per condurre il visitatore in un viaggio nei territori dell’anima fin de siècle.

 

Mostra a cura di Fernando Mazzocca, Maria Grazia Messina, Chiara Vorrasi, organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara

Gaetano Previati, La danza delle ore, 1899. Milano, Collezione Fondazione Cariplo, Gallerie d’Italia Piazza Scala

 

PALAZZO DEI DIAMANTI
Corso Ercole I d’Este 21, 44121 Ferrara
tel +39 0532 244949

login