Lo studio di Mondrian

La nostra mostra dedica un'intera sezione ad opere di Calder e Mondrian. Fu quest'ultimo a coniare il termine neoplasticismo, usandolo per la prima volta nel 1919, come titolo di una sua raccolta di scritti pubblicata a Parigi dal mercante d'arte Léonce Rosenberg. Esso divenne la definizione delle teorie artistiche dello stesso Mondrian e dello stile dei suoi dipinti, costituiti da griglie nere i cui spazi sono campiti con colori primari. Anche l'artista americano Alexander Calder (presente in mostra con diverse opere), dopo aver visitato lo studio di Mondrian nel 1930, iniziò una sperimentazione nell'ambito delle costruzioni astratte che durò per un breve periodo. Lo studio di Mondrian è anche il soggetto di una celebre serie di scatti del fotografo André Kertész, tra i quali il celebre Mondrian’s glasses, giocato sulla contrapposizione di motivi circolari e segmenti obliqui.


PALAZZO DEI DIAMANTI
Corso Ercole I d’Este 21, 44121 Ferrara
tel +39 0532 244949