logo - palazzo dei diamanti

Escher

Ferrara, Palazzo dei Diamanti

23 marzo – 21 luglio 2024

«Le stanze delle meraviglie»

Progetto didattico a cura della Fondazione Ferrara Arte con il sostegno di ENI in occasione della mostra Escher

I mondi fantastici e apparentemente impossibili di Escher hanno ispirato un ampio programma di iniziative didattiche e culturali che accompagnano la mostra a Palazzo dei Diamanti dedicata all’artista olandese. Organizzato dalla Fondazione Ferrara Arte, grazie al sostegno di Eni, il progetto Le stanze delle meraviglie propone al pubblico di ogni età di conoscere e approfondire l’opera di questo genio del Novecento e i molteplici stimoli che l’hanno nutrita. Le sue stupefacenti invenzioni rivelano infatti l’attitudine unica a far dialogare arte, matematica, scienza, fisica, filosofia, musica, rivelando una straordinaria attualità. L’universo visionario di Escher attinge alla storia dell’arte – dal Medioevo a Dürer e Piranesi, fino alle avanguardie del cubismo, del futurismo e surrealismo – e spesso trae ispirazione dal paesaggio e dell’architettura del nostro paese. A partire dai capolavori esposti a Palazzo dei Diamanti, il progetto propone un ventaglio di iniziative innovative e differenziate, orientate al coinvolgimento attivo, alla sperimentazione di media diversi e alla pluralità di ambiti culturali, con l’obiettivo di incontrare gli interessi e le esigenze del pubblico di età ed esperienze differenti.

/ "La linea apparente" – Animazione interattiva

Un progetto Eniscuola

In continuità con la sperimentazione pluriennale in ambito educativo, Eniscuola ha sviluppato una video animazione interattiva rivolta agli studenti degli istituti superiori, con l’obiettivo di coinvolgerli nella navigazione dell’universo fantastico di Escher. Il giovane pubblico sarà protagonista della storia assieme ai personaggi, decidendo le sorti della vicenda che si dipana sullo sfondo delle stupefacenti invenzioni dell’artista olandese.  La video animazione, disponibile da metà aprile sul sito Eniscuola, è stata ideata da Arianna Pavoncello e illustrata da Michela Rossi.

/ Visite animate e laboratori per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie

A cura di “Senza titolo”

Scuole dell’infanzia e primarie

Combinazioni complesse, forse impossibili – Visita con laboratorio

La mostra dedicata a Escher permette di riscoprire cosa sia davvero lo stupore: nelle opere dell’artista olandese, infatti, nulla è come sembra e ogni immagine richiede un poco di attenzione in più per riuscire davvero a decifrarla. Le incisioni di Escher sono enigmi che aprono scorci su realtà e mondi immaginari, nutriti dell’interesse dell’artista verso matematica, scienze, fisica e geometria.
Durante il laboratorio, bambine e bambini potranno costruire “combinazioni complesse, forse impossibili” in grado di portare ciò che è bidimensionale nello spazio tridimensionale.

Destinatari Scuola dell’infanzia, Scuola primaria

 

Artescienza – Visita animata

«Le mie fantasie dimostrano, per lo meno me lo auguro, che la scienza e l’arte talvolta possono incontrarsi» M.C. Escher

Scienze, geometria, matematica, fisica, filosofia: tante sono le discipline che hanno influenzato il fare arte di Maurits Cornelis Escher, portandoci ad attraversare dimensioni diverse tra reale e immaginario. Ma qual è il confine? La visita animata permette di scoprire, anche attraverso piccole attività esperienziali, dove inizia e finisce la realtà ed esplorare, guidati dal segno inconfondibile di Escher, quali e quanti mondi possono nascere dalla mente di un artista e dal gesto di una mano.

Destinatari Scuola primaria

Scuole secondarie

Doppio verso – Visita con laboratorio

Geometrie, metamorfosi e paradossi: la pratica artistica di Maurits Cornelis Escher trasporta in un universo dove la percezione di ciò che è possibile o impossibile viene perennemente messa in discussione. La mostra di Escher permette non solo di conoscere le diverse stagioni della sua vita, ma anche di entrare in contatto con le contaminazioni interdisciplinari che hanno attraversato la sua arte e le diverse tecniche che ha sperimentato. Durante la fase di laboratorio, ragazzi e ragazze tramite la pratica del disegno, realizzeranno architetture immaginarie capaci di generare un’atmosfera in cui niente è mai soltanto come appare.

 

Artescienza – Visita animata

«Le mie fantasie dimostrano, per lo meno me lo auguro, che la scienza e l’arte talvolta possono incontrarsi» M.C. Escher

Scienze, geometria, matematica, fisica, filosofia: tante sono le discipline che hanno influenzato il fare arte di Maurits Cornelis Escher, portandoci ad attraversare dimensioni diverse tra reale e immaginario. Ma qual è il confine? La visita animata permette di scoprire, anche attraverso piccole attività esperienziali, dove inizia e finisce la realtà ed esplorare, guidati dal segno inconfondibile di Escher, quali e quanti mondi possono nascere dalla mente di un artista e dal gesto di una mano.

Le visite animate e i laboratori hanno una durata di 1 ora e 30 minuti.

Per prenotare visite e laboratori0532 244949 (da lunedì a giovedì 9.00 – 13.00 / 14.00 – 17.00, venerdì 9.00 – 14.00, sabato e festivi chiuso)

Per confrontarsi con un educatore di “Senza titolo” o fissare un appuntamento telefonico scrivere afrancesca.guggi@senzatitolo.net

Tariffa€ 80,00 a gruppo scolastico, esclusi biglietti d’ingresso (€ 5 a bambino, due accompagnatori gratuiti per ogni classe)

/ Educational per gli insegnanti

Come di consueto è stata riservata anche agli insegnanti l’opportunità di approfondire i temi della mostra. I docenti avranno la possibilità di visitare in anteprima l’esposizione e conoscere i contenuti e i materiali che verranno proposti alle classi, secondo un calendario articolato per fasce d’utenza.

Calendario:

  • 25 marzo, ore 17.15, scuole dell’infanzia e primarie
  • 25 marzo, ore 18.15, scuole secondarie

È obbligatoria la prenotazione: info@senzatitolo.net

/ “LooOp” – progetto speciale aperto a tutti

A cura di Silvia Meneghini (“Senza titolo”) e Roberto Meschini (Tryeco)

Dall’incanto dell’opera di Escher nasce il progetto “LooOp”, una grande installazione collettiva volta alla costruzione di una città impossibile, dove la gravità non esiste e nulla è mai quello che sembra. Tre sabati di maggio, grandi e piccoli sono invitati nell’Aula didattica del Palazzo dei Diamanti per partecipare alla creazione di un’incredibile illusione 3D attraverso l’uso dei mattoncini LEGO® per superare la realtà bidimensionale e rendere visibile una nuova tridimensionalità, in bianco e nero.

Calendario:

  • 11 maggio, ore 16.00 – 19.00
  • 18 maggio, ore 16.00 – 19.00
  • 25 maggio, ore 16.00 – 19.00

 

Aula didattica di Palazzo dei Diamanti, ingresso libero

/ Estate a Palazzo dei Diamanti – Centri estivi

A cura di Senza titolo

Per la prima volta Palazzo dei Diamanti e i suoi giardini sono il fulcro di una proposta rivolta alle bambine e ai bambini dai 6 ai 12 anni durante le vacanze scolastiche. Nelle settimane di giugno sarà attivo un servizio per le famiglie ideato per promuovere la conoscenza del patrimonio culturale cittadino e familiarizzare con gli spazi di Palazzo dei Diamanti e con la sua storia.

Il programma prevede ogni giorno un’attività differente pensata a partire dalla visita alla mostra Escher e alla parallela esposizione Mirabilia estensi. Wunderkammer, da brevi escursioni in città o dalla lettura di albi illustrati. Il laboratorio e i momenti di gioco libero con educatori di “Senza titolo” si svolgeranno nell’aula didattica di Palazzo dei Diamanti e nel giardino annesso e riservato. Il pranzo sarà fornito dalla Caffetteria dei Diamanti.

Calendario:

  • dal 10 al 15 giugno, ore 8.30 – 15.00
  • dal 17 al 21 giugno, ore 8.30 – 15.00
  • dal 24 al 28 giugno, ore 8.30 – 15.00

 

Tariffa: settimanale € 190 / giornaliera € 48 (comprensiva del pranzo e degli ingressi a mostre/musei)

Per informazioni e prenotazioni: info@senzatitolo.net (prenotazione entro il 31 maggio 2024)

/ Conferenza di presentazione della mostra agli insegnanti

Escher raccontato alle scuole